Alcor e Mizar
Di Andrea Mattei

Alcor e Mizar sono 2 stelle osservabili nel Grande Carro nella costellazione dell'Orsa Maggiore. Alcor ha una magnitudine +4,02, ma lo sembra molto meno luminosa per la vicinanza della brillante Mizar, di magnitudine +2,4, dalla quale è separata da una distanza angolare apparente di 11' 48".

La visione al telescopio mostra chiaramente che Mizar è in realtà un sistema binario. Le due componenti di Mizar, battezzate Mizar A e Mizar B, sono senza ombra di dubbio legate gravitazionalmente con un'orbita il cui periodo è stimato nell'ordine delle decine di migliaia di anni.

 

Mizar A e Mizar B, hanno rispettivamente la magnitudine visuale apparente +2 e +4, sono due stelle bianche di classe spettrale A e sono separate da 14",4, e sono alla distanza di 88 anni luce dal Sole!

Analizzando con lo spettroscopio Mizar A, ci si è accorti che nello spettro di questa stella erano chiaramente visibili le tracce dell'effetto Doppler; ossia, lo spettro di Mizar A era in realtà composto da due spettri distinti, le cui righe oscillavano ora verso il blu ora verso il rosso, con un periodo di poco superiore ai 20 giorni.
L'unica spiegazione del fenomeno era che Mizar A è in realtà un sistema di due stelle in orbita una attorno all'altra, talmente vicine che nessun telescopio può mostrarle distinte.


foto del 09-11-2008 T.U.: 23:29:52

Agli inizi del 1900 lo spettroscopio fu diretto anche verso Mizar B, e..... sorpresa, anche questa stella era una binaria spettroscopica. Il periodo delle due stelle del sistema Mizar B è circa di sei mesi.
Quindi, quella che ad occhio nudo appare come una stella singola, è in effetti una stella quadrupla.

Non contenti, gli astronomi continuaro ad osservare questo bizzarro sistema di stelle e nel 1964 Mizar fece ancora parlare di sé: un astronomo, dopo un'accurata serie di misure, annunciò che Mizar B è in realtà un sistema triplo, con un compagno invisibile che orbita attorno alla coppia principale di Mizar B in circa 1350 giorni.